Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

News

20 febbraio 2017

XXX CORSO DI ALPINISMO A1 - Online le date del nuovo corso che si svolgerà nella primavera del 2017.

La presentazione del Corso è fissata per lunedì 06 marzo 2017 alle ore 20:30 presso la Sede Cai XXX Ottobre in Via Battisti 22.

Maggiori informazioni alla pagina Corso di alpinismo A1 

 

 

 

INAUGURAZIONE DELLA FERRATA "B.BIONDI"

DOMENICA 22 APRILE ore 12:00 

IL GRUPPO "ROSE D'INVERNO" INVITA TUTTI I SOCI IN VAL ROSANDRA.

Presenti le Autorità.

 

 

29 Gennaio 2012 - Gruppo Rose in gita a Hrastovlje

Domenica 29 gennaio il Gruppo Rose ha effettuato la prima escursione del 2012: la gita organizzata da Edo e Nadir si è svolta in Slovenia nel villaggio di Hrastovlje, con visita guidata alla magnifica chiesa fortificata ed un bel giro ad anello sul costone sopra al paese, per poi concludersi con una piacevole tappa eno-gastronomica presso la Trattoria Svab. Il meteo ci ha regalato una giornata molto fredda e ventosa, fortunatamente senza pioggia: ritrovo alle 8.45 al quadrivio di Opicina, poi tutti in fila in carovana usciamo attraverso Pese (per evitare ingorghi nell'attraversare le strette viuzze di Caresana). Alle 10 ci incontriamo con il  gruppetto di 8 rose che per motivi logistici ci raggiunge direttamente a Hrastovlje; lasciamo tutti le macchine presso il parcheggio della Trattoria e ci incamminiamo verso la chiesetta sv. Trojica (Santa Trinità) dove abbiamo appuntamento con la signora Rozana, simpatica guida locale in possesso delle chiavi della chiesa. Ci apre la porta e ci accoglie nella splendida chiesa a tre navate risalente al sec. XV per illustrarci minuziosamente i bellissimi affreschi sulle pareti, che rientrano tra i tesori del patrimonio della pittura ad affresco medievale slovena. L'autore delle immagini è tale Giovanni di Castua, gli affreschi risalgono al 1490 circa e per lunghi secoli sono rimasti sotto la calce per poi essere riscoperti appena nel 1949, successivamente restaurati.  Gli affreschi raffigurano scene della Genesi,  figure degli Apostoli, santi , profeti e alcune scene assai suggestive che rappresentano l'operosa vita contadina, simboleggiando i 12 mesi dell'anno. L'affresco piu famoso che tutti ammiriamo con interesse è rappresentato dalla Danza Macabra, raffigurante la debolezza del povero e del ricco di fronte alla morte. Alla fine della visita iniziamo la nostra escursione percorrendo un tratto di strada asfaltata per uscire dal paese, che diventa carrareccia contornata da arbusti e cespugli dove la bora soffia senza tregua; il sentiero comincia a farsi via via più ripido, incominciamo a "scaldarci" complice la salita e qualche raggio di sole, finchè incontriamo un pittoresco paesino sotto al costone dove il tempo sembra essersi fermato: per la gioia dei bimbi ci fermiamo a guardare divertiti una stalla piena di mucche, alcuni pollai e un paio di maiali che ci accolgono profumatamente lungo la strada .. Poco oltre il paesino passiamo sotto alla ferrovia dove vediamo passare a gran velocità  un lungo treno merci, infine la salita continua a farsi ripida fino a raggiungere una torre di vedetta circondata da un piccolo belvedere in legno dal quale possiamo ammirare uno splendido panorama che spazia dai monti nell'entroterra, al litorale sloveno, fino a farci scorgere tra la foschia sul  golfo il nostro bel castello di Miramare. Il tratto di sentiero che passa lungo il costone è un pò esposto, le raffiche di bora sono assai  forti: per fortuna dopo pochi minuti  ci ritroviamo al riparo nel silenzio di un bel bosco che piega verso sinistra, per poi scendere lungo una carrareccia che passa sotto a delle belle falesie al riparo dal vento (ci domandiamo: chissà come mai la roccia, splendida e a prima vista ottima per arrampicare, non è spittata qui ...). Alle 14 puntualissimi siamo tutti nella veranda della Trattoria che il giovane Kristjan ha riservato per il nostro "sparuto" gruppo: questa volta siamo 47 adulti + 3 bimbi e 3 quadrupedi!

Ci rifocilliamo, riscaldandoci in apertura del pranzo con un ottimo liquore al terrano (a stomaco vuoto è una goduria) offerto dalla casa, e trascorriamo alcune ore in compagnia a condividere ancora una volta la gioia per aver passato assieme una stupenda giornata pensando già alla meta per la prossima gita.

Grazie a tutti per la folta partecipazione e per la sempre splendida compagnia, a presto !

20 Novembre 2011 - Gruppo Rose in gita sul Monte Kucelj

Domenica 20 novembre il gruppo Rose d'Inverno ha trascorso una splendida giornata nella zona della Selva di Tarnova, con un record di partecipazione:  oltre 40 persone tra giovani, adulti, bimbi e quadrupedi.  

Ritrovo alle 8 al quadrivio di Opicina, partenza alle 8.15 in carovana attraverso il confine di Monrupino, sosta benzina e via verso il paese di Ajdovscina località Predmeja, dove lasciamo le macchine.  Da lì  percorriamo una piacevole salita nel bosco calpestando un folto tappeto di foglie autunnali, intervallato talvolta da tratti di carrareccia asfaltata, che ci offre meravigliosi scorci panoramici sulle vallate circostanti, immerse in uno strato di nebbia bassa assai suggestiva.

Arrivati al Rifugio Planinska Koca (m 1.242), posto su un panoramico spiazzo erboso, un piccolo gruppo con bimbi rimane qui a rifocillarsi, mentre la maggioranza di noi  prosegue in direzione ovest lungo la cima. Inizialmente il sentiero dal rifugio perde quota lungo un bel bosco di faggi, poi esce a sinistra risalendo lungo il margine meridionale dell'altopiano, ricco di abeti e zone prative, riprendendo quota.Raggiungiamo la remunerativa cima del Monte Kucelj (m 1.237): qui foto di gruppo, libro di vetta, fugace snack-smorzafame e giù verso il rifugio a recuperare coloro che sono rimasti ad aspettarci godendosi il tepore dei piacevoli raggi del sole di novembre. Scendiamo tutti assieme verso le macchine, per poi raggiungere l'agriturismo Sinji Vrh,  che rappresenta la fattoria pìù in quota dell'altipiano della Selva di Tarnova (m 1.000).

Le aspettative delle "affamate roselline" non vengono affatto deluse: il posto - già testato quest anno dal Gruppo durante un'altra gita invernale - è favoloso, il panorama che si gode dall'agriturismo è davvero stupendo. All'interno il locale è molto caldo e accogliente: ci accomodiamo per gustare uno squisito pranzo/cena, che viene coronato da un ottimo dolce alle mele fatto in casa, annaffiato da un giro di grappe offerto generosamente dai padroni di casa. La giornata è stata assai piacevole, siamo tutti contenti e la  soddisfazione degli organizzatori Edo e Ale è tale da invogliarli a mettersi subito al lavoro: arrivederci alla prossima gita!